• Linkedin
  • Twitter
  • Facebook

Attestazioni di “Forza maggiore” rilasciati dalle Camera di commercio

Le imprese italiane che operano con l’estero devono, ora più che mai, prestare particolare attenzione alle conseguenze giuridiche di eventuali inadempimenti derivanti dalla pandemia di Coronavirus e dalle misure di contenimento adottate dal Governo italiano.

Nei contratti di vendita internazionali, la valutazione in merito alla possibilità di invocare l’emergenza Coronavirus quale causa di forza maggiore, esimente dalla responsabilità del debitore per mancata o ritardata esecuzione delle prestazioni, andrà ricercata nei principi delineati dalla legge applicabile al contratto.

Le imprese che operano nei mercati internazionali la cui attività è stata sospesa a causa dell'emergenza sanitaria da COVID-19, possono richiedere il rilascio di attestazioni di sussistenza di cause di forza maggiore per emergenza Covid-19 nei contratti con l'estero alla Camera di commercio competente per territorio.

 

Per le aziende che hanno sede nel territorio di Milano, Monza e Lodi, le modalità di richiesta sono le seguenti:

Allo sportello previa prenotazione scrivendo a:

  • certificazioni.estere@mi.camcom.it (sede di Milano)
  • certificazioniestere.monza@mi.camcom.it  (sede di Monza).

Sarà necessario produrre la richiesta firmata ( link al modello) in originale dal legale rappresentante allegando copia della carta di identità del firmatario, i diritti di segreteria ammontano a  3 euro.

Se la modulistica è completa la presenza del firmatario allo sportello non è necessario, è sufficiente un suo incaricato per la richiesta e il ritiro del documento.

Il rilascio è immediato.

 

On line tramite Certò, selezionando come tipologia di pratica “richiesta visti e autorizzazioni”.

Allegare il modulo di richiesta compilato e firmato digitalmente dal legale rappresentante.

Il pagamento dei diritti di segreteria (3 euro) viene effettuato on line.

Non è possibile la modalità “stampa in azienda” per questa tipologia di documento, per cui un incaricato, anche corriere, dovrà venire a ritirare l'attestazione quando la pratica verrà segnalata come “chiusa”. 

 

Le aziende localizzate in altre province sono invitate a contattare la Camera di Commercio del loro territorio.

 

Ulteriori informazioni possono essere trovate a questo LINK